Osteoporosi e dieta: quali alimenti contengono più calcio

Il calcio, elemento fondamentale va integrato con la dieta per evitare problemi di salute.

Le proprietà del calcio: quali sono

Il calcio è il sale minerale maggiormente presente all’interno dell’organismo. La stragrande maggioranza è concentrata nelle ossa ed è quindi fondamentale per la loro salute e formazione. Inoltre, svolge anche altre importanti funzioni tra cui svolge un ruolo nella contrazione della muscolatura e la trasmissione nervosa. Permette il corretto funzionamento degli enzimi. Permette la produzione e secrezione di alcuni ormoni. La sua presenza ha a che fare anche le funzioni cardiache. Infatti, sostiene il corretto funzionamento del muscolo cardiaco, migliora la coagulazione del sangue, la vasodilatazione e la contrazione dei vasi.

Se il calcio è scarso si possono verificare crampi e addormentamento degli arti. Inoltre, si possono osservare anomalie nel ritmo del cuore ma soprattutto osteoporosi, frequenti negli anziani che vanno seguiti da un valido infermiere a domicilio a Roma.

Gli alimenti ricchi di calcio: quali sono

Risulta quindi importante e fondamentale curare la dieta affinché sia garantito il corretto apporto di calcio. Naturalmente, il calcio si trova in abbondanza nei latticini a partire dal latte. Tuttavia, non è l’unico alimento ricco in calcio poiché si contano anche formaggi stagionati, freschi e yogurt.

Se da un lato i latticini sono ricchi di calcio, dall’altro non sono l’unica fonte, anzi, l’apporto di calcio è addirittura maggiore consumando vegetali. Per la salute delle ossa è preferibile consumare verdure e legumi che non contengono solo calcio ma anche magnesio e vitamine, come quelle del gruppo k. La ragione riguarda il fatto che il calcio proveniente da queste fonti è maggiormente assimilabile dall’organismo. La lista degli alimenti ricchi di calcio contiene quindi cicoria, ceci, radicchio, cicoria, bietole, cime di rapa, indivia, broccolo, cavoli, fave, carciofi, fave, spinaci e fagioli edamame.

Preziose sono anche la frutta e la frutta secca come arance, uvetta, mandorle, pistacchi, noci, fichi disidratati, noci pecan, dette anche del brasile. Infine, non dimentichiamoci di cereali, semi ed erbe aromatiche come rosmarino, tarassaco, semi di sesamo, basilico, maggiorana, cannella, origano, menta, cacao, grano saraceno, prezzemolo. Che dire poi del pesce? Sono da preferire sardine, sgombri, vongole, alici, gamberi, polpo e anche uova di gallina.